Daví al Pianoforte

 

Astor Pantaleón Piazzolla (Mar del Plata, 11 marzo 1921 – Buenos Aires, 4 luglio 1992) è stato un musicista, compositore e arrangiatore argentino. Riformatore del tango e strumentista d'avanguardia, è considerato il musicista più importante del suo Paese e in generale tra i più importanti del XX secolo; autore di diverse collaborazioni con artisti di vario genere (tra cui i conterranei Amelita Baltar e Lalo Schifrin, il jazzista statunitense Gerry Mulligan e, per quanto riguarda quelle italiane, Tullio De Piscopo, Pino Presti e le cantanti Mina, Milva e Iva Zanicchi). Per le sue commistioni di tango e jazz fu il catalizzatore di pesanti critiche rivolte al nuevo tango dai puristi del genere, che lo definirono el asesino del Tango (l'assassino del tango). È autore di numerosi brani sia strumentali che vocali, tra i più noti dei quali si citano Libertango, Adiós Nonino, María de Buenos Aires (con la voce di Milva), Summit, dall'album Summit-Reunion Cumbre (con Gerry Mulligan). Mar del Plata, sua città d'origine, gli ha reso omaggio intitolandogli, nel 2008, l'aeroporto. Nacque da genitori di origine italiana, Vicente Piazzolla (chiamato "Nonino" dai figli di Astor), figlio di Pantaleone, un pescatore emigrato in Argentina da Trani, in Puglia, e Assunta Manetti, la cui famiglia invece proveniva da Massa Sassorosso, frazione di Villa Collemandina. in Garfagnana, Toscana. Solo recentemente, il 18 maggio 2012, alle soglie delle commemorazioni del XX Anniversario della scomparsa di Astor Piazzolla, la pittrice argentina e fondatrice della Casa Latinoamericana, Ofelia Lachner è riuscita a trovare a Massa Sassorosso, frazione di Villa Collemandina nella Garfagnana Lucchese, i documenti che certificano il luogo di nascita degli avi materni del grande musicista. Astor Piazzolla a "Canal 13" nel 1963 Figlio unico, nel 1925 si trasferì con la famiglia a New York, dove visse fino all'età di 16 anni. Conosciuto nella sua terra natale come El Gran Astor o El Gato (il Gatto, per la sua abilità e ingegno), è considerato tra i più importanti musicisti di tango della seconda metà del XX secolo (Carlos Gardel è il più importante della prima metà). Fu una figura controversa nei confronti degli argentini, sia musicalmente che politicamente. La sua musica ha ottenuto consensi in Europa e in America del Nord prima che nel suo Paese e la rivoluzione che ha apportato a questa forma musicale tradizionale lo ha allineato, forse inevitabilmente, a coloro che volevano fare anche altri cambiamenti nella società Argentina.

 

Francis Albert Sinatra, noto come Frank Sinatra (Hoboken, 12 dicembre 1915 – West Hollywood, 14 maggio 1998), è stato un cantante, attore, comico e conduttore televisivo statunitense di origine italiana. Considerato da molti critici musicali la più grande voce del XX secolo, è noto in Italia soprattutto come The Voice, mentre negli Stati Uniti d'America e in altri Paesi era conosciuto anche con soprannomi come Ol' Blue Eyes, Frankie, Swoonatra (derivato dal verbo swoon, "svenire", riferito all'effetto che produceva sulle sue ammiratrici) e molti altri. Fu un personaggio importante e carismatico dell'intrattenimento statunitense e mondiale, ed è entrato nella leggenda per l'eterna giovinezza delle sue canzoni e della sua voce, riuscendo ad imporsi nel panorama musicale mondiale dal periodo della grande depressione americana fino ai giorni nostri, grazie ad un'intensa attività durata oltre 60 anni, dai primi anni Trenta fino al 1995, anno in cui tenne il suo ultimo concerto dal vivo. Con centinaia di milioni di dischi venduti è considerato uno dei più prolifici artisti musicali. Nella sua lunghissima carriera, che ha coperto ben sette decenni, si è aggiudicato complessivamente due premi Oscar (uno per meriti cinematografici e l'altro è il Premio umanitario Jean Hersholt), due Golden Globe, ventuno Grammy Awards, un Emmy Award, il Cecil B. De Mille Award, un Peabody Award, il Kennedy Center Honors nel 1983. Nel 1985 ricevette dal presidente Ronald Reagan la Presidential Medal of freedom (Medaglia presidenziale della libertà) e nel 1997 gli Stati Uniti lo onorarono con la Congressional Gold Medal (Medaglia d'oro del Congresso), la più alta onorificenza assegnata dagli USA. Oltre 2200 brani e più di 60 album di canzoni inedite pubblicati (esclusi i postumi e le raccolte) ne fanno uno dei cantanti con la maggior produzione discografica della storia. Francis Albert Sinatra (/sɪˈnɑːtrə/; December 12, 1915 – May 14, 1998) was an American singer, actor and producer who was one of the most popular and influential musical artists of the 20th century. He is one of the best-selling music artists of all time, having sold more than 150 million records worldwide.[1] Born to Italian immigrants in Hoboken, New Jersey, Sinatra was greatly influenced by the intimate easy listening vocal style of Bing Crosby[2] and began his musical career in the swing era with bandleaders Harry James and Tommy Dorsey. Sinatra found success as a solo artist after he signed with Columbia Records in 1943, becoming the idol of the "bobby soxers". He released his debut album, The Voice of Frank Sinatra, in 1946. But by the early 1950s his professional career had stalled and he turned to Las Vegas, where he became one of its best known residency performers as part of the Rat Pack. His career was reborn in 1953 with the success of From Here to Eternity, with his performance subsequently winning an Academy Award and Golden Globe Award for Best Supporting Actor. Sinatra released several critically lauded albums, including In the Wee Small Hours (1955), Songs for Swingin' Lovers! (1956), Come Fly with Me (1958), Only the Lonely (1958) and Nice 'n' Easy (1960). Sinatra left Capitol in 1960 to start his own record label, Reprise Records, and released a string of successful albums. In 1965, he recorded the retrospective album, September of My Years and starred in the Emmy-winning television special Frank Sinatra: A Man and His Music. After releasing Sinatra at the Sands, recorded at the Sands Hotel and Casino in Vegas with frequent collaborator Count Basie in early 1966, the following year he recorded one of his most famous collaborations with Tom Jobim, the album Francis Albert Sinatra & Antonio Carlos Jobim. It was followed by 1968's Francis A. & Edward K. with Duke Ellington. Sinatra retired for the first time in 1971, but came out of retirement two years later. He recorded several albums and resumed performing at Caesars Palace, and released "New York, New York" in 1980. Using his Las Vegas shows as a home base, he toured both within the United States and internationally until shortly before his death in 1998. Sinatra forged a highly successful career as a film actor. After winning an Academy Award for From Here to Eternity, he starred in The Man with the Golden Arm (1955), and received critical acclaim for his performance in The Manchurian Candidate (1962). He appeared in various musicals such as On the Town (1949), Guys and Dolls (1955), High Society (1956), and Pal Joey (1957), winning another Golden Globe for the latter. Toward the end of his career, he frequently played detectives, inc My web page: https://antoniodavi.net/ T-Schirt e gadget: https://antoniodavi.net/collections/a... Antonio Davì is also on: https://www.instagram.com/antoniodavi... https://www.facebook.com/antoniodavi1...

 

The Phantom of the Opera, composto da Andrew Lloyd Webber con testi di Richard Stilgoe e Charles Hart, è uno dei brani principali dell'omonimo musical del 1986. L'aria vera e propria viene eseguita poco prima della metà del primo atto, quando Christine viene portata dal Fantasma nel suo covo, in forma di duetto soprano - tenore. La melodia tuttavia appare frequentemente all'interno della partitura (l'Ouverture, Why Have You Brought Me Here, Track Down This Murderer ecc.), mentre il tema del Fantasma (una rapida scala cromatica ascendente e discendente, eseguita generalmente con un organo) che introduce il brano, ricorre continuamente, scandendo le apparizioni del personaggio e gli eventi di più alta drammaticità. Il brano stride volutamente con il resto della partitura (orientata su arie melodiche di matrice Pucciniana), inserendovi un'improvvisa impennata verso toni più dark e aggressivi, con chiari riferimenti al Rock e al Metal (con tanto di batteria e chitarra elettrica), enfatizzando così la netta separazione tra il Fantasma e il mondo degli altri personaggi. Nella versione originale il brano è eseguito da Sarah Brightman e Michael Crawford. Contemporaneamente ne è stata incisa una seconda versione, con testo e orchestrazione diversi, interpretata da Sarah Brightman con Steve Harley. Si tratta indubbiamente di uno dei brani più fortunati di Lloyd Webber, conosciuto ed eseguito anche al di fuori dell'ambiente del musical. Per la particolare commistione tra elementi di generi diversi, viene infatti eseguito frequentemente tanto dai cantanti lirici quanto da quelli leggeri (diventando una tra le più amate cover tra i gruppi metal), oltre a numerose variazioni sinfoniche, jazz o di altro genere. ENGLISH: The Phantom of the Opera, composed by Andrew Lloyd Webber with lyrics by Richard Stilgoe and Charles Hart, is one of the main pieces of the 1986 musical of the same name. The aria proper is performed just before the middle of the first act, when Christine is brought by the Phantom to her lair, in the form of a soprano-tenor duet. However, the melody appears frequently within the score (the Overture, Why Have You Brought Me Here, Track Down This Murderer etc.), while the theme of the Phantom (a rapid ascending and descending chromatic scale, generally performed with an organ) which introduces the piece, recurs continuously, marking the character's appearances and the most dramatic events. The piece deliberately contrasts with the rest of the score (oriented on melodic arias of Puccini matrix), inserting a sudden surge towards darker and more aggressive tones, with clear references to Rock and Metal (complete with drums and electric guitar), emphasizing thus the clear separation between the Phantom and the world of the other characters. In the original version the song is performed by Sarah Brightman and Michael Crawford. At the same time a second version was recorded, with different lyrics and orchestration, played by Sarah Brightman with Steve Harley. It is undoubtedly one of Lloyd Webber's luckiest songs, known and performed even outside the musical environment. Due to the particular mixture of elements of different genres, it is in fact frequently performed by both opera and light singers (becoming one of the most popular covers among metal groups), as well as numerous symphonic, jazz or other variations.

Support the Daví channel: https://www.patreon.com/daviantonio

My web page: https://antoniodavi.net/

T-Schirt e gadget: https://antoniodavi.net/collections/a...

Antonio Davì is also on: https://www.instagram.com/antoniodavi... https://www.facebook.com/antoniodavi1...

 Support the Daví channel: https://www.patreon.com/daviantonio

Sean Sean (il cui titolo originale è in realtà “Giù la testa”), anche noto come "scion scion", è un brano musicale composto da Ennio Morricone nel 1971 per la colonna sonora del film Giù la testa di Sergio Leone. Il ripetersi incalzante del tema vocale "Sean Sean" con l'aggiunta della vocalizzazione melodica di Edda Dell'Orso rendono il brano inconfondibile ed assai noto, con un Morricone che miscela fischi, strumenti insoliti, eteree voci femminili, oggetti e rumori per arricchire le possibilità della musica da cinema. Nel film, rivelando il suo nome all'amico Juan, l'irlandese protagonista risponde: “Sean (a bassa voce) – John (ad alta voce)”. Il tema musicale suggerisce, quindi, il nome (Sean) del protagonista. Nel 2006, in occasione del 35º anniversario, la Cinevox ha rimasterizzato digitalmente il brano. Sean Sean (whose original title is actually "Giù la testa"), also known as "scion scion", is a musical piece composed by Ennio Morricone in 1971 for the soundtrack of the film Giù la testa by Sergio Leone. The pressing repetition of the vocal theme "Sean Sean" with the addition of the melodic vocalization of Edda Dell'Orso make the piece unmistakable and well known, with a Morricone that mixes whistles, unusual instruments, ethereal female voices, objects and noises to enrich the possibility of cinema music. In the film, revealing his name to his friend Juan, the Irish protagonist replies: "Sean (in a low voice) - John (in a loud voice)". The musical theme therefore suggests the name (Sean) of the protagonist. In 2006, on the occasion of the 35th anniversary, Cinevox digitally remastered the song.

upport the Daví channel: https://www.patreon.com/daviantonio

T-Schirt e gadget: https://antoniodavi.net/collections/a...

Antonio Davì is also on INSTAGRAM: https://www.instagram.com/antoniodavi... 

Facebookhttps://www.facebook.com/antoniodavi1...

Love's Theme è un singolo del 1973 scritto da Barry White ed eseguito dalla Love Unlimited Orchestra, incluso nei due album Under the Influence of ... Love Unlimited, del 1973, e Rhapsody in White, del 1974. È uno dei pochi singoli strumentali e puramente orchestrali ad aver raggiunto la prima posizione delle classifiche Billboard Hot 100 e Hot Adult Contemporary Tracks negli Stati Uniti, nonché il terzo brano più ascoltato in assoluto nel Paese nel 1974. Il brano si classificò primo anche nelle classifiche generali canadese e sudafricana, ed al decimo posto nella UK Singles Chart. La registrazione, caratterizzata dalla presenza di una imponente orchestra d'archi e di una chitarra wah-wah, si ritiene abbia esercitato una notevole influenza sulla musica disco, che sarebbe divenuta estremamente popolare l'anno successivo. Dal 2000, il brano funge da sigla del programma televisivo italiano C'è Posta per Te. ENGLISH "Love's Theme" is an instrumental piece written by Barry White and recorded by White's The Love Unlimited Orchestra and released in 1973 as a single. It is one of the few instrumental and purely orchestral singles to reach #1 on the Billboard Hot 100 chart in the United States, which it did in early 1974. Billboard ranked it as the #3 song for 1974. The piece was included on two albums: 1973's Under the Influence of... Love Unlimited (by the vocal group Love Unlimited) and 1974's Rhapsody in White by the Love Unlimited Orchestra. The recording, with a large string orchestra, wah-wah guitar, and big rhythm, is considered to be an influence on the disco sound, which would explode in popularity the following year. The song was also popular on the Adult Contemporary chart in the U.S., where it spent two weeks at #1. It also was a number one on Cash Box. It was also used by ABC Sports for many years as the opening theme music for its golf coverage. New York television station WPIX used it as the closing music for its then-Action News franchise during the mid-1970s.[3][4] In Canada, the single saw similar success, reaching #1 on the RPM 100 National Singles Chart on March 2, 1974. In addition, "Love's Theme" was also recorded in a vocal version by Love Unlimited (on their 1974 album In Heat). Andy Williams released a vocal version in May 1974 that reached #16 on the adult contemporary chart in the United States. Enoch Light recorded an electro-disco instrumental version on his 1977 album, Disco Disque. The song is also part of Meco's instrumental medley "Hooked On Instrumentals Part I" (from the 1985 album Hooked On Instrumentals). In May 1993, Orchestral Manoeuvres in the Dark released the single "Dream of Me (Based on Love's Theme)" (from their album Liberator, released the same year) which used a sample of this Barry White composition. This single reached #24 on the UK Singles Chart, and Barry White was given a writing credit. The Hong Kong-based Cathay Pacific Airways used the music for their TV advertisements. It was also featured briefly in Mean Girls, Despicable Me 2, El Cantante, Goodbye Bruce Lee: His Last Game of Death and The SpongeBob Movie: Sponge Out of Water.[citation needed] Seven Network's music video show: Sounds Unlimited used the song as its opening and closing theme

 

Profondo rosso è il primo e più famoso album del gruppo musicale di rock progressivo italiano Goblin, pubblicato nel 1975. Venne realizzato come colonna sonora del film omonimo di Dario Argento sulle musiche scritte dal pianista jazz Giorgio Gaslini. I Goblin composero i brani della faccia A del disco (Profondo Rosso, Death dies, Mad puppet), mentre Giorgio Gaslini compose quelli della facciata B (Wild session, Deep shadows, School at night, Gianna). L'album è stato ripubblicato in versione rimasterizzata nel 2005 aggiungendo altre versioni dei brani dell'album originale, tratte dal film o realizzate da altri artisti. L'album è presente nella classifica dei 100 dischi italiani più belli di sempre secondo Rolling Stone Italia alla posizione numero 59.[1] Nel 2015 Claudio Simonetti registra una nuova versione per il quarantennale del film. Per la notte di Halloween il maestro Antonio Daví interpreta la famosa canzone colonna sonora del film Profondo Rosso ENGLISH: Profondo Rosso is the first and most famous album of the Italian progressive rock band Goblin, released in 1975. It was made as the soundtrack of the homonymous film by Dario Argento based on the music written by the jazz pianist Giorgio Gaslini. The Goblins composed the songs on face A of the record (Profondo Rosso, Death dies, Mad puppet), while Giorgio Gaslini composed those on side B (Wild session, Deep shadows, School at night, Gianna). The album was re-released in a remastered version in 2005 adding other versions of the songs from the original album, taken from the film or made by other artists. The album is present in the ranking of the 100 most beautiful Italian records ever according to Rolling Stone Italia at position number 59. [1] In 2015 Claudio Simonetti records a new version for the 40th anniversary of the film. For the night of Halloween the maestro Antonio Daví interprets the famous soundtrack song from the film Profondo Rosso