Amici miei - colonna sonora del film Amici miei - arrangiamento di Antonio Daví

Prezzo scontato Prezzo €5,00 Prezzo di listino Prezzo unitario  per 

Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.
Amici miei è un film italiano del 1975 diretto da Mario Monicelli. È il primo della serie cinematografica, che continuerà nel 1982 con Amici miei - Atto IIº, sempre con la regia di Monicelli, e nel 1985 con Amici miei - Atto IIIº, con la regia di Nanni Loy. Il progetto del film apparteneva a Pietro Germi, che non ebbe però la possibilità di realizzarlo a causa del sopraggiungere della malattia che lo condusse alla morte nel 1974: nei titoli di testa del film, infatti, si è voluto rendere omaggio all'autore con la scritta «un film di Pietro Germi», cui segue solo successivamente «regia di Mario Monicelli». Il significato del titolo, secondo Gastone Moschin[1], è da riferirsi all'addio al cinema di Pietro Germi "amici miei, ci vedremo, io me ne vado". Trama Cinque inseparabili amici fiorentini sulla cinquantina affrontano i loro disagi sfogandosi con scherzi a danno di malcapitati. Il conte Raffaello Mascetti è un nobile decaduto costretto a vivere dapprima ospite degli amici, poi in uno scantinato. Rambaldo Melandri è un anonimo architetto alla perenne ricerca di una donna, per la quale sarebbe anche disposto ad abbandonare i suoi amici, salvo ravvedersi all'ultimo momento. Giorgio Perozzi è un redattore capo di cronaca che cerca di sfuggire la disapprovazione per la sua poca serietà e per le sue avventure extraconiugali da parte del figlio e della moglie. Guido Necchi gestisce con la moglie Carmen un bar con sala da biliardo, luogo d'incontro del gruppo d'amici. Ai quattro amici di sempre si aggiunge in un secondo tempo il professor dottor Alfeo Sassaroli, brillante primario ospedaliero annoiato dalla professione e capo di una clinica in collina, che diventa in breve tempo uno dei pilastri del gruppo... Produzione Cast Il cast prevedeva originariamente la partecipazione di Marcello Mastroianni nel ruolo del nobile decaduto, mentre Ugo Tognazzi doveva interpretare il giornalista.[2] Tuttavia Mastroianni rifiutò la parte perché riteneva che nei film corali la sua prestazione venisse sempre superata dagli altri attori co-protagonisti. La parte del nobile decaduto fu proposta allora da Monicelli a Raimondo Vianello, ma anche Vianello oppose un rifiuto.[3] Il personaggio fu allora assegnato a Tognazzi, e per la parte del giornalista fu ingaggiato Philippe Noiret, che con Tognazzi aveva già lavorato due anni prima nel film di Marco Ferreri, La grande abbuffata. Nei titoli di testa compare la scritta "un film di Pietro Germi", seguita dalla dicitura "regia di Mario Monicelli", poiché il regista decise di realizzare il film soltanto dopo la morte dell'amico Germi, nel 1974.[4] Benvenuti, Pinelli e De Bernardi avevano scritto la sceneggiatura per lui.[5] Luoghi di ripresa La villa del chirurgo Sassaroli è situata a Firenze in direzione del piazzale Michelangelo, in via Machiavelli.[6] La casa del conte Mascetti è uno scantinato condominiale in piazza dell'Isolotto, a Firenze.[6] Il bar del Necchi era realmente un bar in via dei Renai a Firenze. Il bar ha continuato ad esistere per molti anni, con il nome "Amici miei"; adesso non esiste più, e nello stesso fondo che fu il "Bar Necchi", oggi si trova un noto locale fiorentino.[6] La "strage di San Valentino" si è tenuta dove sorge il Mandela Forum.[6] L'hotel dove il conte Mascetti sorprende Titti a letto con un'altra donna è il rinomato Hotel Porta Rossa, anche se in realtà per la camera si è usata una stanza che nulla c'entra con tale struttura.[6] La clinica del Sassaroli è Il Salviatino di Firenze, un ex ospedale in seguito trasformato in residenza di lusso[7]. Il Cinema davanti al quale i cinque amici leggono sul giornale i titoli dei film a luci rosse, durante uno dei loro tanti periodi di depressione e di crisi, era il Metropolitan, sito in piazza Cesare Beccaria lungo i viali di circonvallazione. È stato chiuso nel 2015 dopo un esercizio di oltre vent’anni con il nome di "Astra 2". Il 10 settembre 2007 è stata pubblicata la colonna sonora originale del film Amici miei in formato CD Audio, composta da Carlo Rustichelli e prodotta dalla Cinevox.[9]