Lezione 1 - Prima parte

Prezzo scontato Prezzo €0,00 Prezzo di listino Prezzo unitario  per 

Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Scuola di Pianoforte su Facebook 

🎼 I miei spartiti di arrangiamento per pianoforte

🎼 Lezioni private di pianoforte

👕 My Official Merchandise

❤️ Let's be friends!

Facebook

Instagram

Supporta il mio progetto

 

Ciao Picciotti,

benvenuti alla prima lezione del Metodo Davi' per imparare le basi allo studio del pianoforte. Essendo che non sono un' amante della teoria, cerchiamo di fare pratica imparando anche la teoria. Come accennavo nel video sulla teoria dobbiamo soffermarci in tre steep fondamentali, in questa lezione che sono:

1) imparare a solfeggiare con il metronomo gli esercizi da eseguire al pianoforte.

 2) la seconda cosa da fare sono le cadute e

 3) articolazione e legature di frase.

Le figurazioni da usare per adesso sono: la semibreve che dura 4/4, la minima che dura 2/4 e la semiminima che dura 1/4.

In ogni partitura il compositore indica la suddivisione metrica di ogni battuta. In questo caso, come potete vedere nello spartito dell'esercizio da studiare e' 4/4 e avremo per ogni battuta una semibreve che come dicevo dura 4/4. Quindi suoneremo o solfeggeremo quella nota e la faremo durare quattro battiti. Chi ci seguirà a seguire l'andatura? Il vostro compagno di viaggio che avrete per sempre: e questo compagno di viaggio si chiama metronomo. Potete scaricare un'applicazione che uso tutt'ora che si chiama metronomo Beats, c'è per Android e anche per Apple. Ricordatevi che da adesso in poi, userete, per studiare, sempre il metronomo.

Adesso parliamo dei movimenti da fare con la mano per solfeggiare:

per quattro movimenti faremo: ( guarda il video ) battere, sinistra, destra, e in alto.

Quando invece i movimenti sono tre faremo: (guarda il video)battere, destra e in alto.

Quando i movimenti sono due: faremo battere e in alto.

Quindi adesso faremo delle prove di questi movimenti fatti con il metronomo. Prima di iniziare a solfeggiare è una cosa buona fare questi movimenti partendo con il metronomo da 40 per battito, in questo caso 40 per un quarto o anche o anche 40  per semiminima, come volete voi per abituarvi al movimento della mano. Quindi metto il metronomo a 40... Eccolo...sentite...

(guarda il video) ...uno - due - tre - quattro, uno - due - tre - quattro, ancora  uno - due - tre - quattro.

Se è un tre quarti: (guarda il video) uno - due - tre. Quindi battere, destra e in alto.

Due quarti, due movimenti: (guarda il video) battere e in su.

Fate questo, ripetendo prima i quattro movimenti, poi tre movimenti, e poi due movimenti. Fate da 40 fino ad arrivare anche ad un massimo di 130: così per abituarvi a questo movimento.

Adesso andiamo all'esercizio delle cadute che dobbiamo sia solfeggiare e poi suonare. Andiamo con il solfeggio: da eseguire come c' è scritto sullo spartito da 40 a 60, aumentando di 1 ad ogni ripetizione. La stessa cosa va fatta con le minime che valgono 2/4 cioe' due movimenti. Quindi metto il metronomo a 40 e cominciamo a solfeggiare il primo rigo di questo esercizio:

quindi, come vedete abbiamo la prima nota che è il do che sarebbe il do centrale e viene solfeggiato in questo modo, essendo che è una semibreve e vale 4/4, quattro battiti, solfeggeremo in questo modo: (guarda il video) uno - due - tre e quattro. (guarda e ascolta  video)....

In questo esercizio, quando vedete che le mani suonano insieme, per esempio in questa battuta che sarebbe la diciannovesima, nel secondo rigo, vedete che suoniamo il do centrale con il Do un' ottava sotto in chiave di basso, in questo caso solfeggiamo la chiave di basso, sempre, perche' e' quella che purtroppo la maggior parte di voi ha sempre trascurato.

Quindi abbiamo parlato di semibrevi che valgono 4/4. Poi sempre nello stesso esercizio, abbiamo anche l'altra figurazione che sono le minime che valgono due quarti ciascuna, precisamente la ventottesima battuta, abbiamo due volte il do. Quindi come solfeggeremo, quando troveremo le minime che valgono 2/4 faremo una nota, due movimenti e l'altra nota altri due movimenti. Facciamo un esempio pratico, vi solfeggio sempre due, tre battutte mettendo il metronomo sempre a 40. Voi dovete aumentare di 1 ogni ripetizione. Sono nella battuta n.28 (guarda e ascolta il video).

E questo è il primo approccio che dobbiamo avere, prima di suonare il pianoforte, dobbiamo prima saper solfeggiare un minimo e qualsiasi cosa voi fate dovete prima magari solfeggiarla un poco. In questo video, in questa lezione è così.

Poi nelle prossime lezioni, avremo sia l'esercizio di solfeggio che gli esercizi da fare al pianoforte.